Query DNS via Proxy o diretta

Server DNS: perchè impostarli via DHCP?

Abbiamo già visto il DNS (Domain Name System) come quell’insieme di tecnologie che permette la mappatura di nomi di dominio in indirizzi IP.

Sostanzialmente si possono impostare i server DNS da utilizzare, in tre modi a seconda dei casi:

  • Dal Client: impostandoli manualmente su ogni client da configurare;
  • Via Proxy DNS: impostandoli una sola volta dal router;
  • Via DHCP: impostandoli ancora una sola volta dal router, ma con un beneficio in più.

Ovviamente il router deve offrire la possibilità di modificare i DNS, altrimenti l’unico modo si riduce al primo.

Ma qual è lo scopo di questo articolo? Perchè dovrei impostare i server DNS via DHCP?

Te lo dimostro subito.

Il DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) permette di configurare automaticamente tutti i client connessi ad una rete, facendogli ricevere la configurazione IP necessaria.

In poche parole, un client si connette ad una rete, ma non ha ancora un indirizzo IP.

Il server DHCP calcola l’indirizzo IP assegnabile a quel client, ed aggiorna la sua tabella ARP, mappando indirizzo fisico (MAC) con quello logico appena assegnato (IP).

Ora che il client ha ottenuto l’indirizzo IP, è in grado di comunicare.

Semplice vero?

Il nucleo di questo articolo è nel fatto che il DHCP permette di gestire altri parametri, tra cui i server DNS primario e alternativo.

I parametri gestibili da DHCP sono, in totale:

  • Indirizzo IP;
  • Subnet mask;
  • Gateway;
  • Server DNS;
  • Altri Server (WINS, NTP, TFTP).

Noi sfrutteremo questa possibilità, infatti, per impostare i server DNS via DHCP.

Prima di immergerci nel discorso, ricambia con un +1 o una condivisione 😉
Ti ringrazio molto, davvero.

Perchè Impostare i Server DNS via DHCP?

Giusta domanda. Perchè devo scomodarmi per far gestire il DNS via DHCP?

Cosa ci guadagno?

Ottieni un incremento di velocità nelle query DNS.

Ti chiedi perchè? Per risponderti, ti mostro due degli scenari che ti ho accennato a inizio articolo.

Il Proxy DNS del router gestisce il DNS

All’interno del router il Proxy DNS si occupa di inoltrare le query DNS del client, ai server DNS impostati.Server DNS via Proxy

Questo modo è ottimo: permette di configurare il DNS una volta sola.

C’è un problema però: non tutti i router lo fanno velocemente…

È molto probabile, infatti, che prima di ogni query DNS ci sia un ritardo di diversi millisecondi.

Nel mio caso, con un router TP-LINK TD-W8970 (prodotto spettacolare), succedeva proprio quanto descritto.

Il beneficio che troveresti nel far gestire il DNS dal DHCP, è proprio in quello che ti dirò tra poco.

Il Server DHCP gestisce il DNS

In questo modo, si evita di far passare le query DNS tramite il Proxy DNS.Server DNS via DHCP

Il client ottiene i parametri DNS, e può beatamente e direttamente interrogare tali server.

Da quando ho applicato questa semplice modifica ho ottenuto un aumento del 14% sulla velocità delle query DNS.

Sostanzialmente si ottiene lo stesso risultato impostando manualmente i server DNS nel client, ma visto che noi (io e te) preferiamo non ripetere due volte la stessa cosa, lo scriviamo una sola volta, e facciamo gestire tutto dal DHCP 😉

Ok, ma ora l’IP è dinamico

Osservazione acuta, sei un abile osservatore.

Ora che abbiamo lasciato la gestione al DHCP, effettivamente tutto diventa dinamico.

Ma non dobbiamo essere tristi. Non abbiamo perso il nostro IP locale al quale siamo molto affezionati.

Se il tuo router ti ha permesso di modificare questi parametri DHCP, ti permetterà anche di impostare degli indirizzi IP riservati.

In pratica, se vuoi avere un IP statico, quello che faremo è mappare l’indirizzo fisico della nostra interfaccia di rete, con quello logico che vogliamo.

Basta trovare nel router un impostazione chiamata Address Reservation, o DHCP Reservation.

DHCP Reservation

Prima di lasciare questa pagina, lascia a me un +1 o una condivisione 🙂

In Conclusione

Con questo articolo abbiamo visto come gestire i parametri DNS via DHCP. Abbastanza interessante.

Tu come hai configurato il DNS, via DHCP, manualmente, o da proxy?
Avevi già sentito le differenze di velocità testando i due metodi diversi?

Per qualsiasi domanda, difficoltà o suggerimento, scrivimi un commento qui sotto 😉

Davide

Fondatore ed Autore at FortyZone
Diplomato nel 2015 in Informatica. Studio Informatica alla Sapienza di Roma. Ho diversi interessi e passioni, tra cui musica, cinema, sviluppo software e web, SEO e digital marketing. Ah, suono il basso.
  • Morris_Cips

    Bell’articolo, volevo chiedere, se occorra specificare indirizzi DNS particolari o la scelta sia facoltativa. Nel modem router menzionato avrai notato che esistono due sezioni:
    1) la sezione che amministra il lato WAN (con indirizzi pubblici inclusi i DNS) e suppongo siano quelli relativi alla centrale DSLAM cui si collega l’utenza;
    2) la sezione che amministra la sezione LAN (indirizzi privati noti).

    • Ciao @Morris_Cips:disqus, grazie 🙂
      Puoi specificare gli indirizzi DNS che preferisci. Io di solito uso quelli di Google Public DNS (8.8.8.8, 8.8.4.4).
      Vanno impostati nella sezione che hai indicato con 2), quindi nella configurazione LAN.